TAKING TOO LONG?
CLICK/TAP HERE TO CLOSE LOADING SCREEN.

Marco Balich: «Giro tutto il mondo per organizzare eventi. La cosa più dura? Restare lontano dai figli»

Marco_Balich

Le Olimpiadi (come quella di Rio) ed Expo (ricordate l’albero della vita?) sono sue. Il segreto del successo è la noia: «Ero stufo di fare il cameriere di lusso alle band rock»

Il primo problema, con Marco Balich, è cercare di definire la sua professione: consulente artistico? Direttore e regista? Organizzatore di grandi eventi? «Cerco di dare emozioni», riassume semplicemente. Storia di un bambino «attratto da tutto quello che luccicava» che è riuscito a trasformare questa sua fissazione in un mestiere e che, dopo aver firmato Olimpiadi, Expo, cerimonie in varie parti del mondo, ha deciso di sbarcare negli Emirati Arabi dove ha aperto una succursale della sua Balich WorldWide Shows con cui a giorni curerà un paio di grandi eventi e in prospettiva potrà occuparsi anche dell’esposizione di Dubai 2020.

Il buon umore dal mattino
Risponde al cellulare da Barcellona (quattro giorni prima era a Tokyo) quest’uomo di 54 anni benissimo portati che si alza (quasi) sempre di buon umore…

Continua a leggere l’articolo su:
www.corriere.it/intervista-marco-balich

Comments are closed